MAGNOLIA SI FA IN TANTI – PARTE LA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING PER UN GRANDE PROGETTO CON LE UNIVERSITA’‏

MAGNOLIA SI FA IN TANTI – PARTE LA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING PER UN GRANDE PROGETTO CON LE UNIVERSITA’‏

MSFIT_flyer_Artboardlow

Dal 2005 un gruppo di ragazzi ha recuperato uno stabile abbandonato nel mezzo di un parco. Nel 2013 i ragazzi, diventati uomini, hanno fatto diventare quattro mura in mezzo ad un parco uno dei principali circoli musicali d’Italia.

Il merito non è tutto loro. Perché Magnolia si fa in tanti, ed è venuto il momento di fare le cose in grande, da grandi, e dare a tutti una cosa che è di tutti, ma è fatta meglio.

 

Magnolia si fa in tanti è un progetto che oltre ai soci attivi, agli addetti ai lavori e al mondo dell’associazionismo chiede una mano a tutti coloro che frequentano, conoscono e amano il Circolo Magnolia.

 

Il Circolo Magnolia non è una proprietà privata, è uno spazio pubblico che sta mutando, migliorandosi, rimanendo pubblico, di tutti.

Il Circolo Magnolia è un’associazione culturale no profit, con l’obbligo di investire i proventi delle proprie attività.

 

Negli anni, oltre al sostentamento della struttura, la sua cura e la manutenzione, il Circolo Magnolia ha investito nel lavoro (29 lavoratori assunti a tempo indeterminato), negli impianti (rinnovando e convertendo da gasolio a Gpl la caldaia, installando 102 pannelli fotovoltaici sul tetto per la produzione di energia pulita), e soprattutto nella programmazione musicale ( oltre 200 esibizioni live l’anno, dai più ai meno noti).

 

Il Circolo Magnolia ha presentato un progetto, con il quale ha vinto il bando per l’assegnazione dello spazio che attualmente occupa, insieme a tre importanti istituti di formazione e ricerca: Politecnico di Milano, Dipartimento Acustica Ambientale dell’Università Bicocca e l’Accademia di Brera.

 

Questa campagna mira a raccogliere i fondi necessari al completamento dei lavori e al raggiungimento di obiettivi artistici e strutturali d’avanguardia, come barriere acustiche e illuminazione a led del parco, il progetto “Bosco Magico”, innovativi sistemi di riscaldamento e raffreddamento della struttura, la coibentazione,gli infissi ed involucro, la sostituzione della pavimentazione, il rifacimento delle facciate con opere artistiche.

 

Da giugno è on-line il sito www.magnoliasifaintanti.eu che racconta passo dopo passo tutti i lavori e i relativi progetti che trasformeranno una struttura pubblica in un edificio migliore, sotto il profilo della classa energetica innanzitutto (dalla G si passa alla C) e in particolare sotto l’aspetto dell’impatto ambientale, con la creazione di una pompa di calore (nella pratica una serpentina che si snoda nel lago Idroscalo per diminuire gli agenti inquinanti nel parco e ridurre il consumo energetico), scambiando calore col lago (a temperatura costante), rinfrescherà in estate e riscalderà in inverno.

 

Il Circolo Magnolia ha già investito di suo, e tanto. La cosa prioritaria e più importante è stata il finanziamento diretto alla ricerca universitaria (57000€), a seguire la

progettazione dei lavori (12000€) e infine l’ esecuzione degli stessi (che richiederà all’incirca 231000€) per un totale di 300000 € .

 

Per arrivare all’ultima cifra è parso giusto tentare la strada del finanziamento attraverso il crowdfunding, un metodo in realtà molto sviluppato all’estero (in particolare negli Stati Uniti), che si avvale di donazioni dirette in cambio di una ricompensa simbolica.

 

Il Circolo Magnolia si è affidato al portale www.eppela.it, italiano e tra il leader nel settore, e ha deciso di chiedere 45000 €.

 

Infatti il Circolo Magnolia, grazie ai proventi delle proprie attività, investirà, e in parte ha già investito, 255000€ , i restanti 45000 € è speranza e sogno, ma anche sfida, che a metterli saranno proprio tutti coloro che nel Circolo Magnolia vedono una bella storia, virtuosa e priva di orpelli.

Teaser

Crowdfunding