Neutral Milk Hotel – In the Aeroplane Over the Sea

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)

‘In the aeroplane over the sea’ dei Neutral Milk Hotel è come un vino pregiato che col passare degli anni aumenta di valore e di bontà fermentando con grazia nello stereo.
Jeff Magnum nel lontano 1998 ha dato al mondo un piccolo capolavoro per poi scomparire dalle scene, come un super eroe triste che scompare nel nulla dopo aver sconfitto una minaccia che incombeva sulla terra. Come un clown che piange sorridendo questo album porta a una gioia incredibile l’ascoltatore nonostante la sua malinconia e riesce ad essere perfetto sia nei favolosi episodi folk che negli sporadici colpi lo-fi.
La titletrack è una pop-song perfetta e intarsiata con la perizia del miglior incisore, “Communist daughter” è da brividi nella sua breve oscurità struggente, “Holland, 1945” è un’esplosione inconsueta, sguaiata e fenomenale nella sua inaspettata vitalità, per arrivare poi all’apice della lunghissima ballata “Oh Comely”, una costruzione perfetta con momenti da brividi.
Un disco che si ama con una facilità impressionante e che a ogni ascolto migliora il suo gusto acre degno di una preziosa spezia aromatica. Uno dei gioielli più luminosi della musica recente, che non perde la sua folgorante luce nemmeno a otto anni di distanza dalla prima pubblicazione e che continuerà a stupire e a deliziare ancora per parecchio tempo con la sua incalcolabile bellezza.