Alphaterra – Planet In A Day

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)

Dietro al nome Alphaterra si celano le anime artistiche di Giorgio Gabriel e Gianni Viaggi, i quali con ‘Planet In A Day’ si presentano al pubblico progressive con un lavoro strumentale raffinato, dai tratti notevolmente suggestivi. Pubblicato dopo una lunga gestazione dall’etichetta nostrana Ma.Ra.Cash, ‘Planet In A Day’ è una vera e propria esperienza musicale in cui si rilevano spinte jazz rock e arie new age, timbri fusion e addirittura vaghi cenni di musica etnica, il tutto tenuto saldamente assieme con il benedetto gusto per la bella melodia ed il bel suono.
Si parte con un breve momento folk celtico, quasi subito rimpiazzato da un jazz rock assai rilassato, piacevolissimo all’ascolto, che caratterizzerà buona parte del disco senza rinunciare a qualche timido sussulto sinfonico concretizzato in qualche sporadica uscita di pianoforte e synth, questi ultimi altrimenti impegnati a sorreggere e disegnare candidamente gli sfondi. Notevoli ed ispiratissimi i fraseggi chitarristici che improntati evidentemente su saliscendi di scuola jazz, si lasciano apprezzare soprattutto per la cura e una ricerca melodica convincente, non troppo distante dallo stile del grande Pat Metheny.
Nonostante i tratti sofisticati, la musica contenuta in ‘Planet In A Day’ conserva comunque sia una forte dose di universalità, aspetto questo che consentirà agli Alphaterra di essere apprezzati da uno spettro di appassionati molto ampio.