Tuxedomoon a Roma: 12 dicembre 2014 – Auditorium Parco della Musica

Tuxedomoon a Roma


Auditorium Parco della Musica 


12 dicembre 2014 – ore 21

 tuxedomoon_main-rocklab

Steven Brown > voce, clarinetto, sax, pianoforte, tastiere

Blaine L. Reininger > voce, chitarra elettrica, violino, tastiere

Peter Principle > basso elettrico, chitarra elettrica

Luc Van Lieshout > tromba, flicorno, armonica

Bruce Geduldig > video, performer, immagini dal vivo

Tuxedomoon, ancora oggi una delle band più rappresentative del movimento new wave, suoneranno dal vivo a Roma il 12 dicembre 2014., nella Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica.

Cresciuti nell’atmosfera inebriante dell’età d’oro del postpunk di San Francisco alla fine degli anni Settanta, i Tuxedomoon abbandonano l’America reaganiana per l’Europa nel 1980. Da allora sono stati sempre presenti nella scena dell’avanguardia europea.
Hanno infatti lavorato, sia come band che come solisti, su almeno 100 album e in molte collaborazioni in teatro, cinema, danza e letteratura. 
Suoni elettronici, vivi, rock d’autore, immagini che si rincorrono, come un film che si fa teatro: trent’anni fa erano i figli ribelli della musica colta americana, oggi sono maestri riconosciuti. Punti di riferimento indelebili che riempiono la loro cultura musicale con un ampia e sorprendente varietà di stili e influenze, cantando nelle lingue dei molti paesi che hanno visitato o dove hanno vissuto.
Una band che, pur nella sua straordinaria attualità, appartiene ormai alla leggenda e che ha fatto la storia della new wave sperimentale, rappresentadone da sempre “l’intellighenzia”.

Oggi, Brown, Reininger, Principle, Van Lieshout e Geduldig, utilizzano pienamente le loro mature visioni e capacità strumentali. riempiendo il loro tappeto musicale con un’ampia e sorprendente varietà di stili e influenze. Cantano nelle lingue dei molti paesi che hanno visitato o dove hanno vissuto (inglese, francese, greco, italiano, spagnolo…). Una musica globale.

Dopo l’omaggio che in aprile il Comune di Bologna gli ha tributato e lo straordinario concerto a “casa” della Materiali Sonori (l’etichetta che li rappresenta da sempre in Italia), torna nel nostro paese una delle formazioni che rappresenta dalla fine degli anni ’70 un punto di riferimento per la scena musicale d’avanguardia.

Tutte le info: www.matson.it/artists.php?id=391

Biglietti: 
www.auditorium.com/it/biglietti