Posts Tagged 'giacca'

Ultime dai Palchi – Luglio 2017

Ultime dai Palchi – Luglio 2017

Tanti festival, tanta bella musica e tantissimi artisti per questo luglio targato Rocklab! Soley, Vintage Trouble, Edda, Bonobo, Mark Lanegan, Dropkick Murphys, God is an Astronaut, Fast Animals and Slow Kids, Lumineers, Dinosaur jr, Foals sono solo alcuni dei nomi che noi di Rocklab abbiamo seguito per voi; qui ripercorriamo le gallery che hanno infuocato questo mese. I nostri fotografi sono stati anche all’Evo Festival, all’Eco Sound Fest e al Molecola Festival. Buona visione e buon agosto con i nostri wallpaper!

Lana Del Rey – Lust for Life

Lana Del Rey – Lust for Life

Lana del Rey con questo disco spalanca la sua carriera verso una frontiera di rinnovamento e contaminazione: si percepisce nell’atmosfera complessiva dell’album la presenza di Sean Lennon, che non solo riecheggia in brani come Tomorrow Never Came (chiara ispirazione beatlesiana), ma che ispira anche le musicalità vagamente distorte di brani come Cherry e In My Feelings.

Lorde – Melodrama

Lorde – Melodrama

Ricco di sonorità disco anni ‘80/’90, sulla falsariga della ricostituzione del pop in chiave vintage, Lorde interpreta gli stati d’animo nevrotici e lunatici di un adolescente. Rispetto alle sue colleghe, si distanzia da quell’aura da prodotto discografico tout court, rimanendo semplicemente un’ottima interprete.

Domani parte il Soundzan Festival 2017

Domani parte il Soundzan Festival 2017

Dopo le oltre 4000 presenze dello scorso anno, questa estate la kermesse romagnola sarà ancora più ricca di eventi e di spettacoli! Un’occasione unica di divertimento per tutte le età, un week-end per rilassarsi nell’ospitale borgo storico che fa da terrazza naturale sulle Terre del Rubicone.

Björn Magnusson – Almost Transparent Blue

Björn Magnusson – Almost Transparent Blue

Il risultato è un disco dall’incedere ruminante, che cela visioni oscure sull’asse Velvet Underground / Captain Beefheart / Indie-nineties (dalle tinte Pop), qui reinterpretate partendo da uno sconclusionato assunto Folk.  Introspezione che prende il volo per smarrirsi fra le nuvole della Psichedelia più nobile. Ché poi il nostro sia un estimatore di Royal Trux e The Stooges é pacifico, come di quelle atmosfere metropolitane gonfie di agenti chimici dannosi, dove è un attimo perdersi e cominciare a vedere i propri fantasmi.

Devendra Banhart @Villa Torlonia – San Mauro Pascoli, 10 Luglio 2017

Devendra Banhart @Villa Torlonia – San Mauro Pascoli, 10 Luglio 2017

Ci aspettavamo forse qualche scintilla e un po’ di colore in più dal palco di Devendra Banhart, ma nel complesso il concerto è scivolato via piacevolmente per un’ora e un quarto senza grossi scossoni, in un atmosfera pacata e sognante, fra battute rivolte ai suoi musicisti (tutti “molto bello”), pizze portate sul palco per tastieristi “very hungry”, e persino quando lo sconosciuto Giack Bazz ha imbracciato la sua chitarra il clima generale non è stato scalfito: quasi fosse appunto parte dello spettacolo. Chitarrine dal sapore ispano-orientiali, canzoni come ninna-nanne provenienti da mondi lontani e melodie dolci da notti stellate: questi gli ingredienti per un live che ci ha regalato un piccolo angolo magico da custodire nella memoria di un luglio afoso ma carico di amore.

Ryan Adams @Auditorium Parco della Musica – 11.07.2017

Ryan Adams @Auditorium Parco della Musica – 11.07.2017

Non sono moltissimi gli artisti che dimostrano di avere questa forte carica rock unita a una voglia pazza di sperimentare, anche a rischio di dilatare troppo le composizioni. Forse l’unico paragone che potrebbe reggere è quello con il buon Neil Young, in questo una sorta di padre spirituale del giovane statunitense. Non si rinuncia infatti a produrre qualcosa di valido anche dal punto di vista commerciale. Il finale affidato a “We Disappear” e a “To be without you” confermano la voglia di Ryan Adams di tornare protagonista. Il ragazzo ha un vero talento nella sua research musicale, e non sono stati né il caldo né altro a farlo desistere dal concedersi musicalmente al suo pubblico, piccolo in Italia ma di veri aficionados.