Pin Cushion Queen – “Settings_1” “Settings_2”

Acquista: Voto: (da 1 a 5)

A distanza di cinque anni dall’ultima uscita “Characters”, torna sulle scene il trio italiano dei Pin Cushion Queen con una raccolta formata da tre Ep dei quali hanno finora visto la luce i primi due intitolati “Settings_1” e “Settings_2”.

Come descritto nel comunicato stampa, il lavoro in questione è “una raccolta di sfondi, ambientazioni, scenografie”. Musica che sfocia nell’estetica, nella trasposizione di suoni e rumori in immagini. Le aspirazioni sono quindi poste in alto e non a caso, senza nessun timore reverenziale – si citano Liars, Battles e Radiohead come ascolti che hanno influenzato le sonorità. Sebbene gli Ep siano due, è difficile sottolinearne la discontinuità – i pezzi sono una commistione di Noise e Alternative con un certo richiamo Math nella prima parte (“Mechanical Liars”), beneficiando di inserti elettronici nella seconda (“Merry-go-round”).

Tra cambi di ritmo, rumori, schitarrate è impresa ardua porre un’etichetta su ciò che ascoltiamo. Questa ricerca dell’effimero, del vuoto da riempire di immagini e bellezza sembra essere anche il risultato che il nostro trio spera di ottenere e raggiunge piuttosto chiaramente.

L’impatto è quindi buono, in particolar modo quello dei pezzi più grezzi come “Craco” che tra pause e riff gronda personalità. Quando invece si cerca di dare dei confini al caos e incanalarsi in atmosfere troppo “pinkfloydiane” come in “Crack in the ice” l’appiglio sembra mancare e l’atmosfera diventa troppo fredda e rarefatta.

Tutto sommato queste prime due parti formano un lavoro soddisfacente; i Pin Cushion Queen mostrano di sapersi muovere nel pantano del Noise cercando di mantenere concretezza e certe atmosfere lo-fi. Rischiano, ben consapevoli di poter finire nel più classico degli esercizi stilistici, cavandosela egregiamente. Attendiamo adesso il finale a sorpresa di un racconto la cui trama ci ha appassionato e compiaciuto.

Data
Album
Pin Cushion Queen – “Settings_1” “Settings_2”
Voto
3