Last Minute to Jaffna – promo 2006

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)

Last Minute to Jaffna è una sorta di collettivo che ospita svariate personalita’ provenienti dalla variegata (e devo aggiungere in promettente fermento) scena underground torinese. Questo ‘promo 2006’ li situa indiscutibilmente nel sottobosco post-core (anche se sarebbe piu’ consono parlare qui di post rock ibridato o imbastardito, ma tant’è), concedendoci due soli pezzi per il consistente minutaggio di ben 23 minuti(!). Dall’avvio di “Dawn” fino al lento estinguersi di “Heating the Blood” si assiste al rimaneggiamento degli stilemi base di band quali Pelican e Mogwai (per le soffuse parti strumentali), debitamente appesantiti e, va da se, ad una buona dose di soluzioni mutuata dai testi sacri dei capi scuola Isis (i maestosi crescendo che sfociano in esplosioni violente). Ma sono le loro coraggiose aggiunte autografe a farci maggiormente apprezzare i loro sforzi, quando ad esempio enfatizzano il loro (solido) bagaglio doom mettendolo in risalto in un contesto di sostanziale dilatazione (“Dawn”); o quando si muovono altrettanto bene azzardando un arrangiamento ai limiti del drone in attesa della sfuriata conclusiva nell’ ultimo pezzo. Se riuscissero in futuro a mantenere questa loro sfacciataggine in materia di mescolanza selvaggia e azzardata, potremmo senza problemi trovarci tra le mani un gruppo addirittura in grado di sopperire alle mancanze di un genere cosi’ recente e tuttavia gia’ quasi irrimediabilmente alle porte. Consci del fatto che i nostri si evolveranno, si arricchiranno col tempo di nuove varieta’ di suono, gongoliamo nel nostro ottimismo ed attendiamo.