Dummo – Gelo Chiama Gelo

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)

Sguaiato, sporco, essenziale e potente ‘Gelo Chiama Gelo’, nuovo disco dei Dummo, farà storcere il naso a più persone. In poco più di quindici minuti i Dummo si fanno ancora più scarni e immediati, arrivano ad una forma assurda e espressionista della lingua italiana avvicinandosi così ai sempre più celebrati Altro ma mantenendo la propria personalità, che già era delineata nella perla di punk e indie-rock che era ‘A Hundred Times Mannaggia’, un’urgenza espressiva trascinante. Quello dei Dummo è un ritorno che porta imbarazzo nell’ascoltatore, poco più di quindici efficaci minuti (che però permettono all’album di non venire a noia), sgraziati e sempre più veloci, ma capaci di ferire l’ascoltatore con brani come Maschera da cane o il post-punk dell’ottima titletrack che chiude l’album.
Un ritorno che magari non porterà le tanto sospirate ventate d’aria nuova, ma che si fa ascoltare con lo stesso piacere viscerale con cui il gruppo sputa fuori queste nove canzoni, tanto grezze e lancinanti quanto affascinanti.