Il reinventarsi di Julian Casablancas

Julian Casablancas

In un’intervista rilasciata per Rolling Stone, Julian Casablancas ha raccontato come il proprio reinventarsi sia frutto di una crescente mancanza di feeling verso la riproduzione ‘live’ dei cavalli di battaglia che lo hanno reso famoso con gli Strokes.

Un po’ di tempo fa ho visto qualcuno coverizzare, all’inteno di un bar semi vuoto, i nostri cavalli di battaglia. Probabilmente si stava divertendo molto di più lui nel farlo di quanto non accada oggi a me, e la cosa mi ha fatto sorridere

Casablancas ha anche discusso in merito alla propria battaglia contro l’alcolismo, in particolare della sua tendenza a bere Vodka per superare la mattina.

I was hungover for, like, five years. Like, literally four years after I stopped drinking, I still didn’t feel 100 percent

Nonostante quello che prova nei confronti del catalogo degli Strokes, il frontman racconta che in realtà per il prossimo anno è previsto il seguito di Countdown Machine:

In January we might meet up and work on some ideas. Everyone is psyched. Everything is in a really cool place