Behemoth + Bolzer @ Atlantico Live (Roma) – 15 Aprile 2015

Impressionante è un termine a dir poco riduttivo per descrivere i Behemoth. Non tanto per la loro musica e per la loro brutalità, ma più per la perfezione di stile, costumi, atmosfere e movimenti mostrati con grande maestria da chi il metal lo professa sin dal 1991. Infatti, già l’allora giovanissimo quattordicenne Nergal muoveva i suoi passi in un panorama musicale, quello del metal, che da sempre ha avuto nel sangue. E’ Nergal a destreggiarsi sul palco con stile ed eleganza, forse meno imponente del bassista e chitarrista che lo accompagnano, ma più espressivo e comunicativo. La band è compatta e completa l’eccezionale spettacolo visivo, compreso il batterista che, pur invisibile, sfoggia una batteria immensa e spettacolare. Grande merito va anche all’apertura affidata ai Bolzer, un duo particolare e a loro modo altrettanto spettacolare. Musica, inutile dirlo, devastante e brutale, proprio come piace agli amanti del genere.

  • non diciamo cazzate: i Bolzer sono una cagata pazzesca, magari sono pure bravi (il cantante lo vedrei bene nei Soulfly a sostiuire Max Cavalera…) ma credo che non si possa fare metal in due… siamo seri.

  • aleroxxx

    Per capirci meglio: a tuo avviso Badd Handss, i Bolzer sono una cagata pazzesca, sono bravi, o talmente bravi da veder il cantante come frontman dei Soulfly?

  • premetto che non li conoscevo e che io ero lì a vedere i Behemoth… comunque l’idea che mi sono fatto io è che il frontman è bravo, un bell’animale da palco e che il batterista è uno che spacca, non è molto tecnico ma è feroce come piace a me. Potenzialmente credo che sarebbero ottimi all’interno di una band, però i Bolzer non sono una band, preso così da soli sembrano due amici in un garage. Questo volevo dire.

  • Fabio Berserk

    io li ho trovati perfetti nell’esecuzione ma freddi. Il concerto dei dimmu borgir e in ultimo degli eluivete mi avevano esaltato di più, purtroppo dove ero io si sentiva solo la chitarra di nergal e poco il basso di orion mentre la chitarra di orion, la batteria era attufata come suono. Purtroppo per apprezzarli al meglio bastava svolgere il concerto all’Orion di Ciampino. Comunque a parte tutto Nergal ha dimostrato di essere un’artista

  • BlackiceLORD

    scusa ma quindi per essere una band ogni strumento deve avere il proprio suonatore ?