Sinapsi

Range età: 23 – 45

Generi: Indie-Pop, Avant-Pop, Acid-Pop, Psych-Pop, Lo-Fi Pop, Pop Colto, Neo Psichedelica.

Gruppi: The Flaming Lips, Animal Collective, Dirty Projectors, Tv On The Radio, Fiery Furnaces, Radiohead, Sparks, Brian Wilson, Beach Boys, Xtc, Devo, Residents, Blur, Gorillaz, Department Of Eagles, Burt Bucharach, Grizzly Bear, Panda Bear, Ween, Violent Femmes, DM Stith, Sunset Rubdown, Talking Heads, David Byrne & Brian Eno (ultimo), Clinic, Wild Beasts

Consumo Musica: E’ necessario che sia Pop. Ma la regola è: ascoltiamo la musica che sarebbe pop, che amereste tutti se foste tutti intelligenti come noi, sarebbe un successo se il mondo fosse perfetto.
Hipster per eccellenza si prendono la briga di rintracciare un’estetica del nuovo che non arriverà mai, riuscendo “solo” ad intercettare il presente più profondamente degli altri.
Documentatissimi soprattutto, se non esclusivamente, attraverso la rete è sempre attraverso di essa che avviene il principale contatto con la musica tra streaming e download. Si muovono con disinvoltura nel web 2.0. Rispetto a quanto vagliano (donwnload illegale) comprano pochissima musica ma selezionatissima (no fidelizzazione automatica per quasi nessun artista). Buona, quando non ottima, disponibilità economica, che come detto non investono nei prodotti musicali. Qualcosa di più per i concerti. Ma rimangono delle “simpatiche teste di cazzo”.
Hanno di buono che in genere non disprezzano affatto altre attitudini musicali.

Hipsterometro: 90%

Cinema: Thomas W. Anderson, Spike Jonze, Christopher Nolan

Lifestyle: L’estetica ricercata è quella di una nuova psichedelica, ovvero un universo soggettivo in grado di descrivere la realtà moderna deformandola percettivamente. Sono in genere professionisti di arti grafiche, assistenti universitari, addetti del settore spettacolo e cultura. Sono quelli che l’Italia è provinciale proprio per antonomasia. Sono quelli che il mondo, l’universo, sono provinciali per antonomasia. Di solito non fanno uso di alcuna droga, ma conoscono nomi di cocktail e di gusto di gelato capaci di far andar di matto qualsiasi barista. Non basta lo strano, il weird deve avere un presagio di avvento, deve sembrare tutto, quello che indossano, quello che leggono, quello che mangiano, come imminente per tutti. Ovviamente ciò non accade MAI.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI TAGGATI COME SINAPSI!