Death Mechanism – Necrotechnology

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)

Accidenti! Questa è stata la mia prima reazione all’ascolto di “Necrotechnology” del trio veronese Death Mechanist, composto da Pozza (chitarra e voce), Rambo (batteria) e Daniele (basso), tre musicisti caratterizzati da un tasso tecnico decisamente elevato ma soprattutto dal di avere il thrash metal – quello vero – nel sangue!
Il trio, di cui Pozza è il leader fondatore, ci propone infatti tredici minuti di violentissimo thrash metal in puro stile teutonico, ispirato da gloriosi album degli anni ’80 quali “Agent Orange” dei Sodom o “Pleasure to Kill” dei Kreator. Quattro pezzi assolutamente decvastanti che lasciano spiazzato l’ascoltatore per l’ispirazione e l’enorme personalità di questo trio, decisamente a suo agio e sempre padrone dei propri, elevati mezzi.
Molto buona anche la produzione, moderna ma memore della lezione degli eighties, comunque in grado di valorizzare tutti e quattro i pezzi del demo. Se l’opener “Unknown Pathology” ci propone un roccioso thrash tedesco, nella title-track “Necrotechnology” sentiamo una chiare influenza dei Necrodeath, nei confronti dei quali i nostri non sfigurano affatto. L’assalto prosegue con altri due pezzi di ottimo livello, “War Mechanism” (molto voivodiano come titolo non trovate?) e la conclusiva “Fusion-Man-Weapon”, che confermano la bontà di questo demo dicendoci che questo è chiaramente un gruppo su cui puntare.
La scena thrash ultimamente sembra aver avuto un ritorno d’ispirazione, una sensazione che anche giovani gruppi come questo contribuiscono a confermare, non posos quindi che invitare tutti gli amanti del genere a supportarli per poterli vedere presto all’opera su un full-length, vi garantisco che non rimarrete delusi!

Contatti:
Necrotorture Agency
Death Mechanism Homepage (in costruzione)