Phoenix – Alphabetical

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Torna uno dei gruppi più cool della francia, i Phoenix.
Questi simpatici francesi propongono un sapiente mix di pop e musica elettronica.

Ma non sono come gli Air.
Non ci sono quelle divagazioni strumental/pischedeliche, sono molto più calde nei suoni. Le loro canzoni trasmettono più allegria, sono fresche e mai, anche nelle canzoni più tristi (Love for Granted o Victimi of Crime), vi metteranno addosso malinconia.
Sono più vari, più colorati…
Ma non sono come i mellow.
Mentre i Mellow rimandano alla mente i colori pastello, forme dolci e tondeggianti, quella psichedelia alla Yellow Submarine, i Phoenix sono più tipi da lustrini, di colori riflettenti, accesi. Un po’ come trovarsi in una vecchia disco dove c’è un gruppo che suona un bel beat ballabile (you can blame it on anybody)…
Insomma più anni 80…
Ma non sono come gli Zoot Woman
Non c’è quell’eccessiva teatralità e quel glamour ostentato, anzi,a vederli hanno un look molto più indie, anche nei suoni. Sebbene il disco spazi in molti brani ballabili dal groove che si attacca addosso (everything is everything, congratulations, Holdin’ On together) si sente che sotto c’è sempre un gruppo che pulsa e suona, che non si affida superficialmente al suono di un synth, ma amalgama gli strumenti tra loro, giocando anche con note singole o il rumore che possono dare le corde stoppate…
Insomma, indie, sì ma…
Ma non come i Tahiti 80.
Va bene essere pop, ma qui almeno c’è un po’ di ricerca, di esplorazione sugli accordi (lo strano giro di Run Run Run, il ritmo di I’m an Actor) e la voglia di giocare con potenziali singoli (if it’s not with you) distruggendoli e ricostruendoli con arrangiamenti molto più accattivanti.
Alla fine i Phoenix sono loro, un ottimo gruppo con buone idee, autore di dischi piacevolissimi e coinvolgenti che tuttavia, non si capisce mai perchè, non riescono mai a superare “la prova del tempo”, finendo alla fine per farceli scordare classificandoli come un gruppo come tutti gli altri.

Ma non sono proprio un gruppo come tutti gli altri…