Marlene Kuntz – Catartica

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Il cinismo e l’irriverenza di un rock che lancia con estrema precisione la fune in direzione degli States più “rumorosi” pur rimanendo saldamente inchiodato alla rigogliosa madrepatria. Un rock schietto che sa essere aspro e tagliente. Un impatto brusco con una lirica sboccata che in un attimo si trasforma in impensabile grazia, tanto da temere che si tratti di un bluff, perché Godano mette in ginocchio ogni regola poetica, e quella voce forzata a tratti spietata non fa che aumentare le perplessità. Marce distorte e urla soffocanti per ridicolizzare con sarcastica capacità descrittiva la goffaggine dei protagonisti di questi 14 racconti, o per esprimere impensabili slanci sentimentali. L’autocelebrazione si trasforma in un triviale avvertimento e “MK” diventa una rabbiosa dichiarazione di intenti ma anche di guerra contro quella critica che etichetta. Atmosfere apocalittiche in impasti sonori dai propositi sferzanti per riconoscere l’illuminante frastuono di “Sonica” e l’amore al primo ascolto per un brano come “Lieve” che forse inconsciamente Ferretti avrebbe tanto voluto fosse opera sua. L’anima dei CCCP nel cuore di “Festa Mesta” ma fondamentalmente in quasi ogni angolo di questo album, mentre la quiete dei C.S.I. nei suoi episodi più ispirati (Nuotando Nell’Aria, Gioa (Che Mi Do), Mala Mela). Qualcuno sostiene sia un grave errore quantificare la bravura e le capacità di un’artista o di una band solo attraverso l’album che si considera più rappresentativo. Per quanto mi riguarda i Marlene sono e restano “Catartica” e niente più. Le sue 14 tracce non possono prescindere dal contesto musicale di quegli anni e l’originalità, la freschezza e l’insolenza poetica di Godano non credo abbiano più raggiunto la stessa intensità negli album a venire. Come poteva tutto ciò non colpire il cuore di Ferretti? Finalmente qualcuno che aveva colto il senso dell’inquietante trittico “Produci, Consuma, Crepa” e che forse sperava potesse portarne avanti la dottrina.