Silvia Dainese – Demo 2002-2005

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Mi è inevitabile associare i brani del demo di Silvia Danese ad una piacevole sensazione di freschezza e spensieratezza, nonostante la giovane cantautrice sia assai seria nei pezzi che compone e canta. Silvia nei suoi brani riesce a dar vita a emozioni di ogni genere, dalla gioia alla tristezza ma sempre col sorriso sulle labbra, perché in fondo sorridere e cantare aiuta a vivere meglio. Silvia è brava, lei e la sua chitarra hanno avuto modo di aprire per gente come Paolo Benvegnù, Cristina Donà e Ani di Franco, e questa raccolta di demo “scrausi”, come lei stessa li ha definiti, ci permette di apprezzare il suo talento. Una manciata di gradevoli brani come “Ti odio fra virgolette”, “Fondo di bicchiere” e “Parto per la luna”, in cui Silvia con la sua chitarra si rivela ora ironica, ora amara, ora semplicemente dolce e un po’ stramba. Forse un po’ di cattiveria in “Lo ritengo impossibile” ci sarebbe stata bene, ma in fondo ci piace così, bizzarra al punto di registrare il brano più intenso in cucina. “Colore Viola” è il pezzo più recente, una ballad che spicca per la dolce malinconia che riesce a trasmettere in poco più di un minuto. Bizzarra ed eclettica, affatto banale, Silvia Danese si presenta come una dolce realtà tutta da scoprire e ascoltare con attenzione.