Gogol Bordello: Il peso degli anni. I miei…

Forse che sia arrivata anche per me una strana sindrome dei 25 anni? Non ne ho idea, normalmente sono sempre il solito, ma ieri sera mi sono trovato ad un concerto che mi ha dato da pensare su quali siano le mie pretese attuali da un gruppo su un palco per divertirmi. Ma andiamo con ordine: come un Bruce Willis da film d’azione come piace ricordarlo a me, puoi mettergli i volumi bassissimi, puoi segregargli su una seggiola causa infortunio uno dei frontman, puoi farli suonare appena aperti i cancelli, puoi mettergli tutte le difficoltà possibili, che gli Ex-otago dal vivo sono sempre il solito grandissimo spettacolo e non mi stancherò mai di ribadirlo. Ora si aspetta l’album nuovo e se le canzoni renderanno un briciolo di quanto fanno dal vivo sarà un disco veramente divertentissimo, uno di quelli che mi piacerebbe avere ora nell’autoradio. Da qua, con l’entrata in scena dei Gogol Bordello mi devo sdoppiare per parlare del loro concerto:

1 – Se avessi visto i Gogol Bordello quando avevo 17-18 anni:

Ieri sera ho visto un gran gruppo, uno di quelli che ti fanno ballare dall’inizio alla fine: ieri sera ho visto i Gogol Bordello e non sono stato veramente fermo un attimo. Fin dall’iniziale “Immigrant punk” la multietnica band capace di unire punk a musica balcanica fa capire subito di che pasta è fatta per poi ripercorrere tutte le sonorità che li caratterizzano grazie a brani potentissimi come “Not a crime” e “Start wearing purple”. Nonostante il caldo, nonostante il sudore che gocciola sulle magliette di quelli che ancora le tengono addosso, davanti al palco non si sta fermi un attimo, guidati dalla voce di Eugene e da quell’inconfondibile mix di chitarre violini e fisarmoniche. Anche se continuo a preferire i gruppi italiani per una questione di comprensione del testo esco dall’arena del mare dopo un’ora e mezza di concerto stanco ma soddisfatto.

2 – Se avessi visto i Gogol Bordello ieri:

Ieri sera ho visto un gruppo che se lo sento ancora paragonare ai Mano Negra m’incazzo; uno di quelli che riescono solo ad essere montati dall’immagine: ieri sera ho visto i Gogol Bordello ed è tanto se sono rimasto fino all’agognata conclusione. Già con l’iniziale “Immigrant punk” ho capito subito che aria tirava, più che un misto tra punk e balcanica questa band propone una scialba unione tra raggae e la peggior musica mai uscita dai paesi dell’est. Aspetto pazientemente i tormentoni che puzzano tantissimo di “musica no-global globalizzata ma che se l’ascolti diventi di botto un attivista politico” come “Not a crime” e “Start wearing purple” per rendermi conto che seppur lo spettacolino stile “circo d’estate su rai tre” sia gradevole la musica dei Gogol Bordello non riesce a coinvolgermi minimamente, mi rendo conto che non riuscirei a ballare neanche volendo, e pensare che ero andato li apposta per muovere un po’ le gambe senza pensieri in testa. Un caldo tropicale, una massa di ragazzini sudati che non mi sento di disprezzare dato che fin troppe volte mi sono ritrovato nella medesima condizione, non mi resta che aspettare la tanto agognata fine in disparte, sopportando. Uscendo dall’arena del mare mi rendo conto di preferire di gran lunga i tanto disprezzati gruppi folk italiani, che senza tanti fronzoli riescono a coinvolgermi e a farmi muovere durante i loro concerti nonostante io non sia un fan di un certo genere musicale. Non basta un paio di baffoni, due ballerine vestite sgargianti, un violinista decente e una base ritmica da punk band liceale a farmi muovere le gambe senza staccare la testa.

  • Grande rece

  • Mi inchino: sei un grande Danile.

  • definitivamente rocklab può dirsi fiera di NON supportare i Gogol Bordello, ahahah

  • m.

    eugene è talmente figo che me lo sbatterei pure e i gogol in fin dei conti sono un onesto gruppo senza troppe pretese e degnamente votato al cazzeggio. perchè disprezzare chi non si prende troppo sul serio!?

  • mah, io parlo per me: i gogol bordello non mi dicono niente, ma proprio niente, non mi trasmettono neanche leggerezza o ironia o divertimento; l'unica cosa che riescono ad incularmi è un senso di nervoso per l'ennesima band-freakkettona da centro sociale, come se già non ce ne fossero abbastanza. :)

  • rispondo a entrambi.
    di band fricchettone ce n'è si abbastanza, allo stesso tempo i gogol bordello non si prenderanno sul serio.
    ciò non toglie che come ho scritto moltissimi di questi gruppi riescono a farmi divertire per tutto il concerto anche se non sono appassionato del genere, e se ero andato a sentire i gogol bordello è proprio perchè speravo di ballare un po'.

    mi son trovato invece a vedere un gruppo che non mi ha entusiasmato per niente, che proprio non mi ha portato a muovere le gambe. come direbbe Riondino, mancano del giusto sgurz!
    mi lamento che ogni anno vedrò 4 volte la bandabardò. beh, almeno i fiorentini mi fan ballare e suonano anche decenetemente, sti gogol bordello facevano 3 note per 20 minuti…

  • ma và a cagher!

  • ah, i Gogol Bordello….come ce li siamo goduti eh Dani?!?!?!

  • bravi, complimenti la bandabardò è proprio un bel gruppo, peccato che dopo aver sentito due canzoni mi sono già rotto il cazzo

  • si ma ditemi se avevate mai sentito un gruppo ke unisse il punk al gipsy? fino ad adesso si era sentito parlare di goran bregovic, grande artista, ma ke esprimeva un lato tradizionale (piu o meno) della musica gitana… io nn sono mai andata a un loro concerto (e nn so neanke se riuscirei a sopportarlo) so sl ke i loro cd sono unici!

  • bah, è musica diversa dall'MTv-AllMusic-TutteLeRadioItaliane style… mi sa che hai ragione a puntare su i tuoi anni. Ti vedo già: polo, levi's 501, nike anni '90 bianche e blu senza air, cd di Mauro Repetto nel caricatore dell'autoradio…
    Dillo che ti sentivi vecchio in mezzo alla mischia ^_^
    Cmq sei un gaggio. :P

  • W Gogol Bordello………Daniele Guasco
    SE A 25 ANNI TI FAI VENIRE IL PESO DELL'ETA'…. A 40 ANNI KE DEVI FARE???SPARATI IN TESTA COME KURT COBAIN KE FAI PRIMA……….!!!!!!

  • ragazzi non è questione di sopportare o no,i gogol sono nuovi e possono piacere come no ma mettere in discussione la bravura di chi riesce a fondere tanti generi è indiscutibile.I gruppi frikkettoni sono tutta un'altra storia,ma che ve lo dico a fare alscoltatevi paperino,topolino e bande del menga vari che è meglio

  • hue

    i gogol bordello
    non mi piacciono infatti…
    li ho scaricati perché sono un conformista e ne parlano tutti.

    non volevo restare fuori dal gregge :)

  • Si sono d'accordo con la maggior parte di voi, io li ho sentiti 3 volte e devo dire che se vai a un loro concerto per ballare hai proprio sbagliato tutto.. anche i loro cd non sono un granchè nulla di originale.. E poi come presenza scenica non fanno nulla.. Io preferisco gruppi più tranquilli, quelle ballate dolci che ti fanno danzare con i tuoi amici, oppure un bel concerto di Vasco o Ligabue.. SCUSATEM… MA ANDATE A CAGARE.. LE POSSO SENTIRE TUTTE, MA NON ACCETTO CHE UN CONCERTO DEI GOGOL BORDELLO NON SIA UN'ESPERIENZA UNICA… E POI HO LETTO CHE SONO MONTATI.. CAZZATE DEL GENERE.. PER INFORMAZIONI LA PRIMA VOLTA CHE LI HO SENTITO NON ERANO AFFATTO FAMOSIII, SI TRATTA DI 5 ANNI FA E SUONARONO IN UN LOCALE IN CUI CI SARANNO STATE 50 PERSONE E L'ENERGIA MESSA DURANTE LO SHOW ERA UGUALE AD ORA… QUINDI NON MI VENITE A DIRE CAZZATE… POI CHI SOSTIENE CHE LA BANDABARDò SIA MEGLIO.. NON SO COME FACCIA MA SONO GUSTI SUOI..TUTTO MI ASPETTAVO MA NON DI LEGGERE COMMENTI DEL GENERE SUI LIVE DEI GOGOL BORDELLO!! HUTZ NON MOLLARE E VOI ROCKER PSICADELICI DI STO CAZZO ANDATE AD ASCOLTARE QUEI GRUPPI ALTERNATIVI DA ASCOLTARE DA IN PIEDI CON UN BEL ACIDO IN BOCCA O QUEI QUARTETTI JAZZ DA STRINGERSI LA MANO A FINE SPETTACOLO… GRAZIE PER L'ATTENZIONE.. CI VEDIAMO IL 20 NOVEMBRE ALL'ALCATRAZ.. MI RACCOMANDO PORTATE LE SEDIE E UN BEL TACCUINO PER PRENDERE APPUNTI DA SCRIVERE POI TRA QUESTI COMMENTI DEL CAZZO. ciao. con affetto. Pietro

  • ehh la vecchiaia…
    a 25anni…
    cosa vuoi capire piu!? XD
    si, si gusti..a me piacciono da impazzire.

  • ma ragazzi io i Gogol li conosco poco, ma vi consiglio Shantel se avete voglia di musica gitana mischiata all'elettronica nè troppo commerciale nè troppo tradizionale. L'ho scoperto qualche tempo fa perchè ha scritto la colonna sonora dell'ultimo film di Fatih Akin. E' semplicemente fantastico!!provare per credere

  • andate tutti a fanculo

  • Dimmi un pò..ma ti pagano per scrivere recensioni?Spero non ti diano neanche mezzo euro..perchè saresti un ladro..
    fammi il favore, vai a fare un lavoro utile alla società..