Vanessa Van Basten – Vanessa Van Basten

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Sono sicuro che di Vanessa Van Basten sentiremo parlare. E molto a lungo. La mezz’ ora abbondante di musica strumentale contenuta in questo demo cd d’esordio rivela una scrittura sapiente, sofisticata, ipnotica, ad opera del polistrumentista genovese Morgan Bellini, il quale gestisce su tutti i fronti il progetto Vanessa van Basten. Siamo di fronte ad una perfetta e rara combinazione di equilibri tra post rock e post metal, il tutto amalgamato da ricordi space rock e psichedelici. Vi prego, lasciamo da parte i paragoni con Jesu, Neurosis e compagnia più o meno bella, poiché sarebbe un torto gratuito verso le qualità di Morgan, abile nel costruire paesaggi sonori così personalmente delicati, talvolta sdrucciolati tra le macerie di visioni apocalittiche dettate da chitarre sature e ossessive, pennellate in nero ed ocra su ritmi lenti e cadenzati. Azzeccatissime le citazioni cinematografiche, le quali vanno ad impreziosire un viaggio che deve essere fatto senza interruzioni, senza soste intermedie, con la sola menzione per le suggestive dilatazioni psichedeliche di “Metempsicotica”, conclusiva ed affascinate composizione divisa in tre splendidi momenti. Non ci resta che attendere il prossimo, bellissimo viaggio di Vanessa in un autunno che so già quale colonna sonora avrà.
Se non fosse emerso chiaramente tra queste righe, Vanessa Van Basten è “L’ Artista Emergente” del 2006!

Contatti:
vanessavanbasten@libero.it