Morose – People Have Ceased To Ask Me About You

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

I Morose sono un esperto equilibrista che cammina con grazia su un sottilissimo filo teso sopra ad un burrone. Fare una musica come la loro è rischioso, ad ogni piccolo passo si rischia di cadere nel baratro che inghiotte la maggior parte dei gruppi che suonano un tranquillo e sognante pop indipendente che finiscono per essere noiosi e banali. Con questo ‘People have ceased to ask me about you’ invece, i Morose si destreggiano benissimo su quella scivolosissima fune con suoni dolci e melodie perfette e una leggerezza strabiliante nell’accarezzare l’ascoltatore che non può che restare totalmente estasiato dalle impercettibili ma toccanti sfaccettature delle loro sonorità. Quindi è semplicemente bello lasciarsi trascinare dalla malinconia vitale di “Words are playthings”, splendida nell’uso dello xilofono e degli archi; è bello il minuto di attività in odor di circo di “Francoise e Cristophe”, nelle sue note sembra di fissare un clown triste; è bello il desolato paesaggio di “Lonesome”, dove la voce sembra uscire dai migliori Pink Floyd. In poche parole: è bello questo disco. I Morose continuano la loro pericolosa camminata sulla fune sospesa nel vuoto, e fidatevi, lo spettacolo è bellissimo visto da fuori.