Enema – Evolution

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)

Capisco che possa piacere il numetal, il crossover, capisco che l’estetica metalcore garantisca un certo fattore di rimorchio sulle emogirls, però insomma ragazzi questa roba è finita 5-6 anni fa. Mantenendo il sound su queste coordinate – “nu” con spruzzatine thrash/punk/core purtroppo in un’ottica con poco tiro e senza varietà – non aspettatevi niente di più che qualche concerto nei soliti locali insieme a qualche altro gruppo “del giro”, qualche altro demo autoprodotto e qualche lode freddina sulle webzine di settore. Siccome invece il potenziale lo avete, il cantante se la cava, siete giovini e pieni di vita, idee ne avete (ne avete, vero?), perché non provate a inventare qualcosa?
Senza stravolgere le coordinate musicali, senza lanciarsi in niente di trascendentale, basterebbe metterci un po’ di personalità, originalità e cuore per aprirvi un mare di possibilità in più. Bello lo stacco in mezzo a “Oceanic Affliction”, da approfondire le parti in scream che ci stanno tutte, per il resto troppa prevedibilità e fiacchezza di arrangiamenti e songwriting. Cioè, seriamente, una canzone come “Little Hands” farebbe ridere persino il più invasato appassionato di numetal/crossover, è talmente scontata da sembrare quasi una geniale parodia del genere.
Evolution de che?!