Aparecidos – Bruno dacci i soldi

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Prendete Genova e il suo centro storico, fateci incontrare due chitarristi argentini arrivati da poco in Italia e un violinista, aggiungeteci entro breve un contrabbassista con esperienze importanti e una valigia di estro come Tommaso Rolando (Calomito, Stoni…) e un batterista, avrete la splendida storia degli Aparecidos. Dopo una lunga serie di concerti e di partecipazioni ad opere teatrali viene fissato su disco quanto prodotto da questo gruppo negli ultimi anni, un miscuglio di tango argentino, folk e jazz tanto inedito quanto entusiasmante, una raccolta di musiche piene di quella gioia di vita tipica dei bambini, capaci di essere attive e fresche anche nei momenti di malinconia. Al classicismo della musica di stampo sudamericano vanno ad accompagnarsi le sferzate e gli scherzi sonori del contrabbasso perfettamente spalleggiato dalla batteria e dalla vitalità del violino andando a dare forma a dieci canzoni splendide nel loro ritmo, nella tecnica non fine a se stessa messa in campo e nell’eleganza delle composizione, senza rinunciare a momenti di pura goliardia quali “Bruno dacci i soldi” (ormai un inno preso per caso da una delle scritte più famose dei muri di Genova) o le urla che chiudono “Recuerdos de una fiesta suburbana”. Gli Aparecidos sono ragazzi con tanta voglia di divertirsi e di comporre buona musica, e il piacere che la gente prova a sentire le loro canzoni è palese ai concerti del gruppo, una delle realtà genovesi più interessanti, splendenti e produttive. Datelo un ascolto alle canzoni di questa band, ne rimarrete affascinati.

Info: myspace.com/aparecidos