Seven Mile Journey, The – The Metamorphosis Project

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Qualche anno fa trovavo nella cassetta delle lettere un dischetto rosso proveniente dalla Danimarca, l’album d’esordio dei The Seven Mile Journey, un condensato di post-rock arioso ed elegante con alcune costruzioni melodiche molto interessanti.
Due anni dopo quel ‘The Journey Studies’ torna il quartetto con un album che già dalla sua custodia fa capire molto: stessa grafica, ma il rosso accesso è stato sostituito da un nero lucente: ‘The Metamorphosis Project’ infatti si tinge di toni cupi, si dirige verso il lato più oscuro del post-rock strumentale tra chitarre tenute in costante tensione e ritmiche ossessive, aggiungendo qua e la parti di piano malinconiche e ben composte.
Così come il vecchio album anche questo mantiene una grande continuità tra i brani che vedono un continuo sali e scendi emotivo caratterizzato da un suono sempre pieno, saturo, senza momenti di riposo, una mancanza di soste quasi eccessiva ai primi ascolti, ma che nella totalità dell’ascolto del cd rende ‘The Metamorphosis Project’ un altro buon passo nel percorso di questo gruppo.

Altro ottimo disco per i The Seven Mile Journey, sei tracce di post-rock strumentale ben composto e ben eseguito, un ascolto gradevole e coinvolgente.