The Niro – An Ordinary Man

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Timidezza, talento e melodia: questo è Davide Combusti in arte The Niro, ventottenne cantautore romano.
Subito una partenza importante con un bel Ep prodotto dalla Universal. Cosa abbia convinto i signori della major non lo so, però per una volta apprezzo il coraggio e la qualità della decisione di investire sulla sua musica tanto da fargli fare una partenza a razzo. Atmosfere intime perse in quel territorio rock pop nebbioso tra Elliott Smith, Jeff Buckley ed Ed Harcourt, con puntate jazz, blues e folk. Nonostante gli alti riferimenti The Niro si destreggia bene, con personalità (soprattutto nell’uso della voce) e non si tira indietro davanti a soluzioni rischiose o complesse. Carine About love and indifference e Mistake, bellissima Just for a bit, un po’ troppo derivativa On our hill. Con ‘The ordinary man’ il ragazzo ha dimostrato di saperci fare ma deve ancora crescere, questo è ovvio. Però accipicchia, ad averne di giovani così promettenti. Una sorpresa, una promessa. Speriamo tra poco anche una realtà (io ci scommetterei).