Tiger! Shit! Tiger! Tiger! – Be Yr Own Shit

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Recensire questo disco è veramente un piacere, l’esordio dei Tiger! Shit! Tiger! Tiger! da Foligno infatti non mi fa certamente urlare al capolavoro, ma mi permette di assistere alla sorprendente evoluzione fatta da questo trio nell’arco di poco più di un anno rispetto alla prima volta che li sentii dal vivo (e fu un concerto abbastanza deludente). Fin troppo spesso in questi anni di uscite a valanga e di invasioni male organizzate di nuovi geni musicali si incensano opere prime per poi rimanere delusi dai lavori successivi, in questo caso invece mi trovo ad ascoltare un gruppo in evoluzione, capace di suonare un onesto indie-rock di matrice fortemente americana scanzonato e trascinante.
Le otto tracce di “Be your own shit” riescono anche, grazie alla breve durata del cd, a non annoiare mai l’ascoltatore, il colpo sparato dai Tiger! Shit! Tiger! Tiger! arriva subito senza inutili attese dando anche effetti immediati. Il disco piace e rimane impresso per dirla breve, cosa rara di questi tempi nell’indie-rock italiano, particolarmente senza l’ausilio di altri mezzi al di là della mera musica.
Un bel dischetto quindi, rapido, capace di intrattenere senza tanti fronzoli, il segno di un miglioramento non indifferente nelle capacità di una band che porta a pensare a un futuro nel quale magari non si guarderà con delusa malinconia a quello che oggi stiamo ascoltando.