Wow – AMORE

Acquista: Voto: (da 1 a 5)

È l’ora dell’amore: esce il primo disco della band romana WOW di casa 42 Records (Roma). AMORE, tutto in maiuscolo. Gli WOW hanno fatto un disco davvero insolito: e non è solo il richiamo alle melodie delle canzonette sessantose dei bei tempi andati, dei festival nazionalpopolari e dei programmi tv, quando le nostre mamme cantavano in cucina “Non ho l’età” e ‘tu mi fai girar, tu mi fai girar come fossi una bambola’. Una prova da moderni chansonnier, orchestrata per portarci direttamente nel loro immaginario, che contiene tantissime cose, prima fra tutte l’amour, il filo rosso che attraversa le 11 tracce del disco. Lei, canta con voce sensuale dei motivetti che potrebbero suonare sotto ad una scena di Kill Bill o da un jukebox impolverato nel locale di una sperduta cittadina o dalla tv se ci fosse ancora Il musichiere. “Che cosa hai fatto non lo sai neanche tu” dice lei a lui dopo l’attacco degli archi, nell’atmosfera improvvisamente dark di ‘La gelosia’, il singolo che ha anticipato l’uscita dell’album.

Suadente la cantilena de ‘Il vento’, passionali le note de ‘Il veleno’, poi arriva l’omaggio rockeggiante a Milva con ‘Nessuno di voi’, canzone ripescata dai meandri della canzone italiana sanremese (anno 1966) e che sembra scritta da loro. Ah, l’amour; l’amore con la vena psichedelica della track in francese, ‘Tu finiras mal’, e quello beat di ‘Sospiro’, scritta – in italiano – dall’artista giapponese Kawamura Gun ci fa ballare in una balera in attesa del lento. Quando le luci si spengono, parte ‘Dove sei’, uno dei pezzi più perfetti del disco: testo e musica impeccabili, interpretazione d’altri tempi, così intensamente retrò e poetica da essere davvero AMORE che si può cantare a chi ci ha rubato il cuore.

Fuori dagli schemi del cantautorato indipendente che ascoltiamo quando abbiamo voglia di disagi e speranze generazionali, gli WOW hanno fatto un disco coraggioso, che non ti aspetti, con un titolo bellissimo. AMORE è uscito in vinile e CD in edizione limitata. L’artwork è stato curato dall’artista inglese Karen Costance. Sta cominciando anche il loro nuovo tour, partenza da Pesaro il 30 novembre, e c’è curiosità.
[schema type=”review” name=”Wow – Amore” author=”Giuly Rouge” user_review=”4″ min_review=”1″ max_review=”5″ ]