Frank Turner @ New Age (Roncade) – 08 aprile 2016

Seconda data in Italia, dopo quella di Milano, per il cantautore britannico Frank Turner, forse non ancora sufficientemente conosciuto al pubblico italiano (che a volte si dimostra poco curioso, perdendosi dei grandi artisti). Ma non è stato un concerto in stile folk di ispirazione springstiana quello del New Age. Anche se non sono mancati i momenti più intimi di solo voce e chitarra acustica, quello che venerdì è andato in scena è stato uno spettacolo molto punk, segno che il cantante britannico non ha dimenticato le sue origini nell’hardcore.

In tour con il suo ultimo album (Agosto 2015) Positive Songs For Negative People, accompagnato sul palco dalla band di sempre, The Sleeping Souls, Turner ha regalato al pubblico un’ora e mezza di musica, intensa (resta un cantautore e la sua emotività traspare), carica di energia, coinvolgendo il pubblico (in parte di fedelissimi arrivati anche da lontano per sentirlo) nei cori, non si è risparmiato qualche battuta e addirittura una canzone scritta appositamente in italiano (in cui tra le altre cose confessa “non sono stato proprio un santo, e non ho seguito quello in cui credono i miei. Ma quando me ne andrò io, cazzo ci ho provato almeno!”), e stage diving finale sul pubblico!

Ad aprire il concerto gli inglesi Ducking Punches.