Pelican – Untitled

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

E così nacquero i Pelican, con questo EP di 4 tracce. “Pulse”, 4 minuti e 1 secondo, incorpora già gli atomi che pian piano, annegati in un brodo di saturazione e di calde distorsioni, si uniranno fino a formare la straordinaria varietà dell’ultimo loro disco. Sludge, postcore e metal fusi con incredibile freschezza e, al contempo, pesantezza, in “Mammoth” già si sente tutto quello che conterrà il loro primo disco Australasia. “Forecast for Today” è un po’ un piccolo assaggio di quello che una “March to the Sea” ci regalerà qualche anno dopo con i suoi ipnotici e movimentati riff; il minutaggio si allunga, fino ad arrivare ai 12 minuti di “The Woods”, che chiude le danze con delle dissonanze (che rima orrenda) che ormai sono un marchio di fabbrica dei “we are a fuckin’ triumphand band” Pelican. Che dire oltre? Se avete già tutto dei succitati, prendetelo per completezza. Se non avete niente, cominciate da qui.