Post/Modern/Geisha – Two

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:

Si potrebbe dire semplicemente indie certo, ma visto e considerato che di roba simile in Italia ne gira a vagonate (ormai tutta inascoltabile) e nonostante tutto gli viene concessa attenzione antologica, perché non farlo anche con questo progettino confezionato da un solo ragazzetto inglese?
Un’influenza Klaxoniana che incontra con stile preferenze alla Muse e Bloc Party, svelando una passione per Prodigy e Aphex Twin, il tutto educato da una voce che fa molto (e bene), Damon Albarn.
Voi direte che abbiamo già le nostre di frangette-band che infestano ogni sera i locali dell’intero stivale, ma in questo post/modern/geisha, tra un coretto e una prevedibile schitarrata, c’è qualcosa che ci invoglierebbe a considerare l’indie non solo come una questione di mediocre tendenza del decennio in corsa ma anche (con un po’ d’impegno) come realtà fatta di qualità e maniera.