Super sexy boy 1986 – Royal peacocks

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)

Per uno come me, uno che si è fatto spedire il vinile limitato ed autografato dai Mudlarks ( Anche se ormai defunti, voi cercate comunque il loro unico albo, mi ringrazierete ) viene del tutto spontaneo approcciare alla nuova creatura di Ale e Matteo, Super sexy boy 1986 , con sana curiosità. Del resto scambiando qualche battuta con Matteo ( Batteria ), prima di aver ascoltato l’ albo, emersero con gioia quelle passioni musicali capaci di introdurre al meglio ogni intento. Conoscete i Nervous eaters ? Ecco. Quindici pezzi per spiegare come la spinta hard di qualià, si possa insinuare tra le lenzuola garage senza sgualcirle. Tante le influenze punk polimerizzate, dai Dead boys agli Heartbreakers , che al settimo episodio ( ” The news ” ) emergono filtrate da questi Vicentini di fuoco, incarnando una vera implosione Nippo-Bostoniana. Immaginatevi i Teengenerate che jammano con i Nervous eaters. Crash test alcolico. Non solo, Pensate che l’opener ” Under my car ” si presenta come un calcio nel sedere ” Mojomatico ” per poi proseguire con vera baldanza Malibu, Biff Malibu ( Dio solo sa quanto ci manchi ). In sostanza, da questi pezzi si evincono le premesse per un genuino e Detroitiano piacere auricolare, oltre che per un tour stracolmo di testosterone. Posso garantirvi che io sarò pronto a seguirne le gesta live, e voi? Sarete pronti a sostenere questa band?
Ne sono certo.