La Sera – La Sera

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)
14 febbraio 2011 Hardly Art / Sub Pop myspace.com/iamkatygoodman

Never Come Around

Tutto qui? Aria di vecchi luna park dell’estate passata e inverni che non vogliono terminare, noie e rispolverate ad ancor più vecchi  45 giri sformati da antiche insolazioni sui bagnasciuga revivalisti delle Mamas and Papas, Drifters e ammantati dall’aura dopata dei Monterey Pop Festival e della California dreamin’; non che ci si potesse aspettare chissà quale Copernichiana “botta di vita” da questo flower happening formato disco de La Sera, band inglese – qui al debutto – che vede al timone Katy “Kickball” Goodman, bassista delle Vivian Girls, ma nemmeno imbattersi ad un “copione” rivisitato e abusato –  con uno spargimento incontrollato di zucchero e moine frullati in un beverone dream pop –  del “move it” anni sessanta che leccava la Frisco degli eccessi.

Dodici pezzi che vanno in ridotta, al rallentatore rispetto  ai “Grandi Mostri Ispiratori”, una mal sopita e spericolata premessa sonora che lascia il tempo che trova o che va a parcheggiarsi in quelle narcolettiche filodiffusioni intrattenitrici per gabinetti odontoiatrici, di più non s’intravede quale funzionalità possa servire questa scia pseudo-vintage imbastita dalla Goodman che coinvolge il tempo di un click.

Se l’eclettismo della  Katy delle Vivien Girls è andato scemando per le curve del pop-punk internazionale, la Katy ora de La Sera non deve prendersela con nessuno e tanto meno vendicarsi sugli ascoltatori con queste pastorali freak senza ritegno travestite da B project. Se lo ha fatto per estrarre ed esorcizzare da lì la paura, le speranze e i pericoli di un futuro certo delle sue incertezze, ha fatto malissimo, si è data la cosiddetta “zappa sui piedi”, tanto più quando fa le ipotetiche fusa tra gli abbracci e i Love & Love di Scott McKenzie “Sleepytalking” o il salto temporale nella Francia beat di Sylvie Vartan “I Promise You”, “Left This World”; impacchettare uno stile beatnik solamente per darsi un contegno alternativo alla decadenza cantieristista delle strutture punkyes porta a pagare pegno sul superfluo, e qui di superfluo c’è n’è una bancarella strapiena.

Se la notte porta consiglio, La Sera per niente.