La Luz – It’s Alive

Acquista: Voto: (da 1 a 5)

Surf music per ombre notturne

Shana Cleveland scorge il mondo alle spalle dell’arte: giovane e ed appassionata scrittrice, pittrice e musicista, vive fisicamente a Seattle ed ideologicamente nei “Roaring Twenties. Sogna scorribande per l’Europa con ‘Zelda Fitzgerald”, e possiede una all-female band di quattro elementi. ‘La Luz’ appunto, in Spagnolo “La Luce”, con la quale pubblicò settembre scorso l’Ep ‘Damp Face‘, registrandolo su di un rimorchio in un caldo giorno d’agosto, – Parole sue Ndr -. Oggi arriva l’esordio vero, quello sulla lunga distanza, per una band che descrivono “Punk” in sede live, e che qui propone una lenta traversata “Garage-Surf” notturna, sognante teatro di lune morenti e tramonti popolati da ombre silenti. Attraverso serpeggianti linee di basso ondeggiano le nostalgiche tematiche del distacco, della solitudine e dell’amore, lasciando sulla sabbia il loro percorso sinuoso. Perfetta colonna sonora di una nottata ai tropici trascorsa dentro un palmeto, dove nulla è come sembra.

[schema type=”review” name=”La Luz – It’s Alive” author=”Alessandro Rossi” user_review=”3″ min_review=”1″ max_review=”5″ ]