10 cd nel lettore di… Alessandra Izzo

ALESSANDRA IZZO

Alessandra Izzo è una giornalista ed ha scritto per varie testate musicali tra le quali «Rolling Stone», «Duellanti» e «Rockstar». In radio ha curato alcune trasmissioni su Radio 2, con la conduzione di Riccardo Pandolfi e Sergio Mancinelli. Ha lanciato in Italia i libri cult della famosa groupie Pamela Des Barres, della quale è anche publicist italiana: I’m with the band (Sto con la Band) e Let’s spend the nite together (di cui ha scritto la prefazione), entrambi editi da Castelvecchi.

Frank e il resto del mondo, edito da Armando Curcio Editore, è il suo esclusivo tributo al “grillo parlante” dell’american way of life Frank Zappa. Un libro/intervista che guida il lettore alla scoperta musicale e personale del Maestro di Baltimora attraverso le parole di chi lo ha conosciuto, compresa l’autrice, e di chi ha avuto l’onore di collaborare con lui.

Chi meglio di lei poteva quindi aiutarci nell’arduo compito di selezionare, all’interno di quel vastissimo e nebuloso mosaico che è la sua discografia, i 10 cd “essenziali” del rivoluzionario e dissacratore “Andy Warhol della musica”?

Hot RatsHot Rats : la prima volta che ascoltavo una tale fusione di diversi generi musicali. Capolavoro.

 

The Grand WazooThe Grand Wazoo : pura avanguardia e mi tocca sempre anche il cuore, l’intero album.

 

 

Over nite SensationOver nite Sensation: per tutti , ma tutti i pezzi dell’album e perché era anche un pò Progressive e in Usa il Prog non era per niente seguito a differenza dell’Europa. Sempre avanti FZ.

ApostropheApostrophe : per l’amore al primo ascolto di Cosmic Debris e di Don’t eat the yellow snow. Lui in copertina, figo spaziale più di Mick Jagger.

 

Zoot AlluresZoot Allures: per la poesia di come passa da capolavori strumentali come Black Napkins e Zoot Allures stesso, all’apparente superficiale, Disco Boy. E poi qui c’è il mio amato Blues.

Zappa in NYZappa in NY: uno dei migliori Zappa rock, prog e jazz e per il mio amore folle per: Titties and beer, The Illinois Enema Bandit e The Balck Page, pezzo che il Maestro come molti sapranno ha scritto di proposito per l’immenso Terry Bozzio.

Joe's GarageJoe’s Garage: l’opera totale di Zappa che mi accompagna da sempre e per aver sbeffeggiato tutto e tutti. Politica, religione , donne , showbiz e così via. Opera rock visionaria unica.

Tinsel Town RebellionTinsel Town Rebellion: rock quasi puro con punte prog e per le due “cattive” canzoni sulle donne. Fine Girl e Easy Meat..due visioni sulla donna molto divertente ma anche molto cattiva, sopratutto per le femministe.

The Man From UtopiaThe Man From Utopia: per la totale presa in giro di nuovo di tutto ma in tempi diversi. La cocaina negli anni ’80 ha preso il posto di canne ed eroina degli appena finiti anni ’70. Cocaine decisions e The dangerous kitchen (la sua cucina di Laurel Canyon) due pezzi straordinari. Parodia e rock/jazz.

The Yellow SharkThe Yellow Shark: difficilissimo, ma è il suo ultimo vero album e la realizzazione del suo sogno. Come non averlo tra i preferiti? Ce l’ho questo,ma solo per lui, per il genio di Baltimora.