Fang Island – Fang island

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto:
23 febbraio 2010 Sargent House fangisland.com

Careful Crosses

Una festa, una di quelle spesso immortalate nei film americani, quelle piene di gente, con invitati che invitano amici che invitano a loro volta ancora altri amici. Una baraonda in cui c’è il quarterback con tanto di maglia e numero che si schiaccia le lattine vuote di birra in fronte mentre i compagni di squadra lo incitano, il bello del quartiere che si chiude in una stanza di sopra con una ragazza appena conosciuta. C’è lo sbronzo che piscia in giardino, il ciccione che fa partire la gara di rutti in cucina, le ragazze che riempiono la casa di risate. Una caos ordinato in cui ognuno fa quello che più gli piace o comunque quello che lo fa sentire meglio. La musica dei Fang Island, americani del Rhode Island, è così: disordinata a prima vista, ma ordinata nella sua caoticità. Divertente, molto, se siete lì, in quella festa sconclusionata (Careful crossers ne è un bellissimo esempio, un po’ come Illinois).

Ma immaginate di non essere stato invitato. Oppure di essere il vicino che non vede l’ora che quel disastro finisca (Daisy e Life Coach). Ma da quanto sta durando questa festa d’esordio? Troppo. Sembrano millenni ma sono solo 31 minuti (e Sideswiper dura solo 4 minuti e 13 secondi? Incredibile, già al secondo minuto si è stremati). La musica dei Fang Island è così.

E a volte non è semplice capire se si è dentro o fuori la festa.