Motorhead – The Wörld is Yours

Acquista: Data di Uscita: Etichetta: Sito: Voto: (da 1 a 5)
Gennaio 2011 UDR Records iMotorhead.com

Born to Lose

Abbiate pietà per chi pensa che il Rock ‘N’ Roll sia solo semplicemente musica,  il rock è una vera e propria religione!

L’ultima fatica della band di Lemmy Kilmister, “Zio Lemmy” per i devoti al “dio metallo”, è un fottuto treno carico di energia e passione in puro stile Motorhead.

Dieci tracce “tirate” e “crude” di sano hard rock old school diretto e senza compromessi mi hanno stampato un sorriso beota sul volto. Gli ingredienti sono schitarrate e riff graffianti, basso e batteria che pompano come il motore bicilindrico di un chopper sulla route 66 e la voce inconfondibile di Lemmy  scolpita nel Jack Daniel’s . Il primo singolo estratto è Get Back in Line ed è il manifesto del mondo in cui viviamo, c’è l’impotenza e la rabbia nel guardare un mondo che va a puttane.

Tutto l’album  ha un sapore retrò, sono molti i richiami all’hard’n’heavy classico anni settanta, è un disco fresco e pompato dal primo all’ultimo pezzo e fa venire voglia di muoversi (o di sbronzarsi dipende dai punti di vista) e di fare festa.

I Motorhead ci dimostrano che nonostante l’età non sono invecchiati affatto (miracolo del Rock ‘N’ Roll?) e in ogni caso quando si parlerà di loro la premessa sarà sempre la stessa…

Muti e religioso silenzio.