Talent Radar: Dinner, Blood Sound, Cuushe

Dinner

dinner

Se dobbiamo dire chi ci interessa seguire nel roster della Captured Tracks adesso, Anders Rhedin viene prima di parecchi altri di quel club. Mentre comincia a lavorare su un album vero, i suoi tre EP già pubblicati sono raccolti in un unico CD. La traccia numero due è “Skid Row” ed è già tutto lì: i canoni Captured Tracks, John Maus, il gotico demenziale, quello serissimo, il pop scivoloso, gli Psychic TV, la Danimarca e l’America.

Ascolta: DINNER – Skid Row
Guarda: DINNER – Going Out

 

Blood Sound

blood

Da Philadelphia. Abbinano benissimo le coordinate Post-Punk e Dark con un universo Dream-Pop che conoscono bene. Sono ok per la caverna e per il prato in fiore. Ci sono dischi che sono belli per come alternano il buio e la luce. Altri, come Nightclub, lo sono per come esprimono tutto insieme (l’incubo “Fake Blood” è a parte). E chi dice che è facile faccia un passo avanti all’indietro.

Ascolta: BLOOD SOUND – Psychic Fear
Guarda: BLOOD SOUND – Acid Summer

 

Cuushe

cuushe

Tutti noi abbiamo amato quell’orgoglio nazionale che è Night Safari di Populous. E abbiamo amato la vocina nipponica che ha impreziosito “Fall“. Ecco, quella lì è Cuushe e non è alle prime pubblicazioni. Non è neppure una presenza dirompente, Mayuko, e il suo nuovo EP, magari, può non far tremare ad un ascolto troppo rapido, ma lasciatele cinque minuti e poi se ne riparla. Dentro c’è “Daze“, piccolo gioiello di stratificazioni elettroniche, leggere come la sua voce: un signor vortice.

Ascolta: CUUSHE – Daze
Guarda: POPULOUS FEAT. CUUSHE – Fall