Una petizione contro Kanye West: No al tributo a Bowie

C’è che insomma Kanye West ha fatto una cosa. C’è che insomma Kanye ha deciso di ricordarci via twitter il suo grande, ma grande grandissimo, amore per il fu David Bowie. E non è finita qui. Perché Kanye, stando alle voci che girano sul web, vorrebbe addirittura lavorare ad un “album tributo” per l’artista scomparso di recente.

Proprio così. Kanye West, il “produttore barra musicista barra cantante barra rapper barra stilista barra non hai capito con chi hai a che fare”, esatto, pare che voglia registrare un disco dedicato alle canzoni di Bowie, ri-arrangiandole, ovviamente, alla sua maniera.

Non c’è neanche bisogno di dirlo: è scattata la petizione online per fermare, per impedire, mamma mia, quest’orrenda barbarie. Via le mani dal santo! Guai a chi si azzarda!
Non so. Può anche darsi che il signor West smentisca tutto, o che invece vada avanti per la sua strada, pubblicando una schifezza, o forse un disco bello, bellissimo, mediocre, chissà. Non è questo il punto.

Il punto è che, probabilmente, un uomo come Bowie, pur con tutti gli spigoli caratteriali che volete, si sarebbe fatto una risata. E non avrebbe invocato l’anatema contro chi rischia di insozzare la di lui, oramai, icona sacra.
Il punto è che un uomo, un artista come Bowie, capace di fare in una sola vita dischi meravigliosi e un film con Leonardo Pieraccioni e Alessia Marcuzzi, avrebbe avuto forse più ironia dei suoi stessi fans. Anzi, su questo non ci sono dubbi.

Si sappia, in definitiva, che se West vuole fare “Il Mio Bowie”, e tutti insorgono, al Duca non importerebbe un fico secco. Tanto lui aveva già fatto “Il Mio West”.