Scenester Zone #1 – Una cosa che prima chiamavano rapegaze

Alla fine, non potevano chiamarla chillwave e basta?

Low: intervista con Alan Sparhawk

“C’mon si è configurato da subito come un disco di canzoni personali, scritte dalla prospettiva di qualcuno che ha vissuto esperienze complicate e ne vuole parlare con una persona a cui tiene.”

Rocklab.it v5 – Provochiamo Reazioni © 2014 All Rights Reserved

Graphic by F. Stefanini