Nessun Dorma Guidonia Rock Festival – Day 3 – 18.06.2016

Ed eccoci arrivati alla terza serata del Nessun Dorma Guidonia Rock Festival: sul palco Le Mura e Il Teatro degli Orrori. E, ovviamente, il casino annunciato è stato rigorosamente garantito.

Ad aprire la serata sono stati due gruppi al second stage: White Tunder e Frame. Giusto il tempo per scaldare la serata e lo sguardo si sposta sul main stage: a salire sul palco sono Le Mura, gruppo romano, dedito ad un Punk dalle tinte psichedeliche. Andrea alla voce, Gabriele alla chitarra, Bruno alla batteria e Gabriele al basso impazzano sul palco e così il loro pubblico.

Ancora un appuntamento nel second stage, questa volta con i toscani Impatto Zero, prima del delirio totale con il Teatro degli Orrori. Il Teatro è il Teatro e Capovilla è lui, nient’altro da aggiungere: istrionico, riflessivo, graffiante, alterna la sua sigaretta a un bicchiere di vino, e lo show è garantito.

Le chitarre di Gionata Mirai e Marcello Battelli, il basso di Giulio Ragno Favero, la batteria di Francesco Valente e le tastiere di Kole Laca, sono l’amalgama esplosiva, tra adrenalina, rock duro e emozioni. “Disinteressati e indifferenti”, “La paura”, “Cazzotti e suppliche”, “Benzodiazepina” “E’ colpa mia”, Lavorare Stanca”, “Teresa” sono alcuni dei brani in scaletta, per chiudere con “Slint” e “Vivere e morire a Treviso“, ricordando infine che il Teatro aderisce alla campagna per l’abolizione del TSO.

C’è stato poi un after party al Dissesto, locale partner del festival, ma come è andata a questo giro non ve lo raccontiamo!

12660310_10208596264526896_248148139_n

About Romina Zago

Romina Zago, classe 1981, toscana. La sua passione per la fotografia non ha età, essendo nata e cresciuta in mezzo a macchine fotografiche di ogni tipo grazie al padre che le ha trasmesso la passione di guardare il mondo da un obiettivo. Appassionata di fotografia live e ritratti, per lei la fotografia è una necessità.