Nessun Dorma Guidonia Rock Festival – Day 4

Si è chiusa domenica 19 giugno la seconda edizione del Nessun Dorma Guidonia Rock Festival. Ed è stata una chiusura col botto, malgrado il cielo minacciasse di bagnare le polveri da sparo (c’era infatti il rischio che si annullasse tutto causa temporale). Ma le nuvole sono state benevole, e la serata è trascorsa senza intoppi, fra canti, balli, e un’atmosfera di sana allegria. Diversi i punti a favore della rassegna, e della sua data conclusiva: ottima birra, ottimo cibo, una cornice d’allestimento funzionale ed accogliente, e una selezione di gruppi musicali ben calibrata fra Main Stage e Second Stage. Nell’aria c’era il sentore del disastro, visti i rovesci pomeridiani, ma è filato tutto liscio.

Fra le band che si sono esibite, si sono distinti gli Etruschi From Lakota da Montecastelli Pisano (a conferma di ciò l’entusiasmo del pubblico presente, peraltro evidente negli scatti fotografici). I cinque ragazzi, capitanati dal frontman Dario Canal, sanno muoversi con scioltezza fra folk, rock, blues, e country, interpretando il tutto con perizia tecnica e con un trasporto che invece ha quasi a che fare col punk. Una musica, la loro, che ha un significato antico (vedi anche il nome della band), ma un cuore e una vivacità mai sentiti prima, almeno in Italia. Il loro ultimo album “Non ci resta che ridere” (2015) e lo spettacolo al quale abbiamo assistito domenica scorsa ci confortano in tal senso.

Dopo gli Etruschi From Lakota, sempre sul Main Stage, è stato il turno dei Tre Allegri Ragazzi Morti, gli headliner della serata, che hanno spaziato fra vari stili (la svolta reggae degli ultimi anni), a tratti sconcertando, ma col pronto soccorso di alcuni classici del repertorio (“Occhi bassi”, “Mai come voi”), e dell’immancabile cover di “Ask” dei The Smiths.

E cosa si poteva chiedere di più a questo festival? Francamente nulla. Al di là della stessa musica, abbiamo toccato con mano ciò che amiamo di più di questo mondo fatto di palchi ed amplificatori: il contatto con la gente, il dialogo, l’alcol a fiumi, la voglia di godersela fino a tardi, di fare conoscenza. Tutti validi motivi per esser certi di una cosa: che non c’è due senza tre, e che alla terza edizione del Nessun Dorma Guidonia Rock Festival saremo ancora lì. Ancora presenti.

Testo: Marco Tucciarone
Foto: Romina Zago

12660310_10208596264526896_248148139_n

About Romina Zago

Romina Zago, classe 1981, toscana. La sua passione per la fotografia non ha età, essendo nata e cresciuta in mezzo a macchine fotografiche di ogni tipo grazie al padre che le ha trasmesso la passione di guardare il mondo da un obiettivo. Appassionata di fotografia live e ritratti, per lei la fotografia è una necessità.