New Evo Festival 2017

New Evo Festival 2017

New Evo Festival 2017

Lo spirito del cosmo contemporaneo nella quinta edizione del festival offagnese

Prosegue il processo di ricerca del New Evo festival, rassegna di musica leggendaria, contemporanea e sperimentale, nata dalla sinergia fra l’offagnese Accademia della Crescia e il Loop Live Club di Osimo, che giunge quest’anno alla sua quinta edizione.

E se ormai è ben chiaro quali siano gli obiettivi ultimi di questa ricerca: la bellezza e lo spirito dei tempi – il nostro, quelli antichi e quelli di là da venire -, è altrettanto chiaro che il festival è più che mai deciso a esplorare strade nuove per arrivarci.

Quest’anno infatti fa il suo esordio l’intervento Meta New Evo, in cui un gruppo di artisti è stato coinvolto per restituire la propria visione del festival: partecipano al progetto gli artisti indipendenti William Vecchietti, Luca BLAST Forlani, Giulio Vesprini, URKA, Nicola Alessandrini, assieme a loro l’illustratrice Lisa Gelli.

La location d’elezione di questa quinta edizione è il suggestivo Colle dell’Acquedotto di Offagna, un locus amoenus da cui si scopre il largo paesaggio rurale nel quale Offagna è annidata, e dagli amplissimi orizzonti che spaziano dalla costa ai monti Sibillini.

L’innovazione prosegue nei percorsi sonori intrapresi in questa edizione 2017, mai come quest’anno infatti la line up prevede una successione di artisti provenienti da ogni angolo del globo.

Giovedì 13 luglio si esibiranno Solid State Baam, emanazione elettronica del prolifico producer locale Stèv, e i neozelandesi Orchestra of Spheres, audaci sperimentatori capaci di convogliare la musica del cosmo attraverso scatole di biscotti.

Venerdì 14 luglio vedrà avvicendarsi sul palco quattro tra le migliori avanguardie italiane e internazionali: FARAI – giovane londoner originaria dello Zimbabwe – dal suono energico e stellare; Dizzyride – euroamericani di stanza a Brooklyn – dalle forti connotazioni psichedeliche; seguirà l’elettronica del giapponese Anchorsong, le cui performance assomigliano a “vedere un pittore che dipinge dal vivo una tela bianca”; il giovane producer Ckrono concluderà la seconda giornata di festival con le sue inflessioni etnodance.

Sabato 15 luglio sarà votato alla psichedelia indipendente. Torna in terra marchigiana His Clancyness,  progetto dell’italocanadese Jonathan Clancy, riconosciuto ormai a livello internazionale; proseguono le danze sulle note del folk immaginifico dei Weird Black; si va avanti con la psichedelica ruvida e trascinante del duo svizzero Fai Baba. Saranno le vibrazioni elettroniche di IOSHI a concludere il New Evo Festival del 2017.

Il festival è in partnership con AMAT, con il patrocinio del Comune di Offagna  e sponsorizzato da Metreta.

Le prevendite sono attive sul circuito vivaticket.it e presso le biglietterie AMAT; per info e contatti si rimanda al sito www.newevo.it .