All posts by Marco Redaelli

Sonic Youth – Dirty (Deluxe Edition)

Sonic Youth – Dirty (Deluxe Edition)

Forse Dirty è il disco più “facile” della band, ma lungi dall’essere paragonato ai tanti lavori fotocopia che in quegli anni riempivano i negozi di dischi. La lungimiranza della band Newyorkese, quella cattiveria descrittiva (100%), le invettiva sociali – “Youth Against Fascism” roba che la moltitudine di band con le camice di flanalla potevano solo sognarsi –, e l’improvvisazione messa in atto sono di tutt’altra risma.

Black Flag – Damaged

Black Flag – Damaged

Fino ad allora nessuno aveva mai suonato nulla di così violento, tanto che al confronto MC5 e Stooges sembrano delle scolarette. L’ensemble californiano presenta 15 pezzi corti e infuocati – solo 2 canzoni superano i 3 minuti –, caratterizzati da una sottile vena ironica che si contrappone al forte contenuto politico dei brani.

Van De Sfroos, Davide – Pica

Capita a volte di iniziare un viaggio, come meta un paesino dietro l’angolo. Però poi viene la voglia di vedere

Bonamassa, Joe – Sloe Gin

Ho sempre avuto grandissima stima di Joe Bonamassa, ho adorato i suoi primi album (soprattutto ‘Blues Deluxe’) e per lui

Ian Hunter – Shrunken Heads

La classe non è acqua: questo sarebbe il sottotitolo perfetto per ‘Shrunken Heads’ nuovo studio album di Ian Hunter. Una

Cash, Johnny – Unearthed

Memorabile, epico, struggente, emozionante, sono solo alcuni degli aggettivi che potremmo usare per descrivere “Unearthed” . 5 cd, 79 canzoni